Crea sito

Non rimanere inerti non è più una scelta, ma l’unica alternativa possibile: lo scandalo corona virus e la campagna di vaccinazioni mondiale coll’inserto di micro chips killer e sabotaggio del DNA umano arriva anche in parlamento nel silenzio dei professionisti dell’informazione teleguidata mainstream

Mi chiamo Andrea Biondi e vivo a Novi Velia. Sono nato a Napoli e, come cani, gatti e prostitute in Italia, sono microchippato o comunque perseguitato, come presto avverrà, probabilmente, per la maggior parte della popolazione mondiale per fini occulti; certamente a nostro sfavore. Per me si va nel terreno dolore, forse, fuori dalla mia esperienza si vive, come ora, nell’era del coronavirus (frutto del caso o , come autorevoli fonti sostengono, frutto di dolo?), alla stregua dei carcerati (arresti domiciliari) sin quando, ormai inutili, saremo spazzati via, come zavorra, o resi schiavi ubbidienti. Gli schiavi, molto probabilmente, saranno pochi e ben selezionati (anche meno di un miliardo, queste sono le mire di chi governa il mondo occultamente), perché il problema maggiore del mondo è la sovrappopolazione (8.000.000.000 di donne ed uomini sulla Terra sono oggettivamente troppi per non compromettere i delicati equilibri ecologici ed al fine di evitare una enorme accelerazione verso l’entropia e, conseguentemente, della scarsità delle risorse vitali necessarie alla sopravvivenza). Mi rivolgo solo a donne e uomini liberi, ed invito coloro i quali non vogliono, hanno paura di esserlo, o si accontentano di una manciata di mesi da vivere nell’indifferenza per il proprio destino e quello dei propri cari, di evitarmi come eviterebbero la peste. Ora l’alternativa non è più riferibile al motto “Meglio un giorno da leone che 100 da pecora”, ma se “È meglio vivere tre giorni da coniglio – in gabbia, cioè “agli arresti domiciliari”, come capita alla maggior parte di noi – e poi finire in salmì) o forse uno da essere libero e responsabile, ma lottare per un futuro possibile per sé e le nuove generazioni?”.  A marzo 2021 partiranno a 2€ l’una le “vaccinazioni” di Astra Zeneca o delle aziende clone di essa: Moderna, RotthaFarm, Pfizer ecc, aziende pienamente manovrate da Bill Gates e pienamente avvalorate dal nostro governo di folli persecutori del loro popolo che oltre a sponsorizzarle e sovvenzionarle, come se vendessero il sacro Graal, con le sue pozioni (da uno che di medicina e di farmaci non capisce alcunché, ma a cui piace tanto l’informatica e le pratiche di depopolamento mondiale, tanto da imporle ai propri dipendenti farmaceutici a suon di prebende a base di centinaia di miliardi di dollari) a base di modifica del dna e innesto di micro chip quantici, da ripetere dopo soli 28 giorni! Da allora non vi sarà più un futuro per voi e i vostri figli che non sia terrore miseria e morte! Uomo avvisato… “Ce la faremo tutti! (a morire come degli imbecilli)”. 

THE GEORGIA GUIDESTONES
CENTER CLUSTER ERECTED MARCH 22 1980

LET THESE BE
GUIDESTONES
TO AN AGE
OF REASON

Sulla tavola si parla anche di una capsula del tempo sepolta a circa 1,8 metri sottoterra, però non sono indicate né la data di sotterramento né quella di apertura. Sarà stata davvero interrata una capsula del tempo?

Tuttavia l’aspetto che suscita più stupore sono i Dieci comandamenti o linee guida elencate in otto lingue su ciascuna facciata delle quattro lastre verticali, che recitano:

1. Mantenete l’umanità sotto i 500 milioni, in equilibrio perpetuo con la natura.

2. Controllate la riproduzione in modo saggio, migliorando l’efficienza e la diversità della specie.

3. Unite l’umanità con una nuova lingua viva.

4. Dominate passione, fede, tradizione, e tutte le cose con ragione temperata.

5. Proteggete tutte le persone e le nazioni con leggi eque e corti giuste.

6. Lasciate il governo interno alle nazioni, e le dispute internazionali a una corte mondiale.

7. Evitate leggi futili e funzionari inutili.

8. Mantenete i diritti personali in equilibrio con doveri sociali.

9. Apprezzate la verità, la bellezza, l’amore, cercando armonia con l’infinito.

10. Non siate un cancro sulla Terra, lasciate spazio alla natura, lasciate spazio alla natura.

“Ce la faremo tutti”, lo dicono sempre in TV. I posti consentiti dalle attuali forze apolidi mondiali sono solo 500 milioni, noi siamo otto di miliardi, stiamo a posto, se la matematica non è un opinione!

Il mio Pensiero è per me la mia Anima e mai consentirò che sia infangato senza reagire, ed invito tutte le donne e gli uomini a fare altrettanto, anche perché, ora più che mai, non vi è altra via, altra soluzione.

https://www.affaritaliani.it/coffee/video/giulietto-chiesa-prima-di-morire-gruppi-segreti-vogliono-farci-sparire-668844.html

Giulietto Chiesa poco prima della morte dichiara che “gruppi segreti vogliono farci sparire”.

Il Dott. Meluzzi mette in guardia dall’inserimento di microchip nel vaccino anti corona virus (covid 19). Anche al senato sanno: “se viene meno la possibilità di parlare, di esprimersi vengono meno quei principi che neppure nei tempi più oscuri della storia dell’umanità (-) (sono stati intaccati). (-) Vivremo in una fase da film di fantascienza (-) contro la quale dovremo combattere sino all’ultima linea della nostra esistenza, e, se lo farete, sappiate che sono con voi.” 

Lo scandalo corona virus e la campagna di vaccinazioni mondiale coll’inserto di micro chips killer arriva (nel silenzio dei professionisti dell’informazione teleguidata mainstream) anche in parlamento: qui sotto il link.

Robert Kennedy jr.:

“Con la promessa di una donazione  di $ 1,2 miliardi per sradicare la polio, Gates ha assunto il controllo del National Technical Advisory Group on Immunization (NTAGI) indiano che ha imposto fino a 50 dosi (Tabella 1) di vaccini contro la poliomielite attraverso i programmi di immunizzazione sovrapposti ai bambini prima dell’età di cinque. I medici indiani incolpano la campagna Gates per una devastante epidemia di paralisi flaccida acuta non polio (NPAFP) che ha paralizzato 490.000 bambini oltre i tassi previsti tra il 2000 e il 2017. Nel 2017, il governo indiano ha richiamato il regime vaccinale di Gates e ha chiesto a Gates e alle sue politiche sui vaccini lasciare l’India. I tassi di NPAFP sono scesi a  quasi nulla. Link sotto.

https://www.maurizioblondet.it/dovere-di-memoria/

 

“La chiocciola trovò uno specchio e se ne innamorò, perché vide che splendeva troppo. E subito salì nel suo cerchio per sbavarlo. Le sembrò di averlo insudiciato di saliva e sporcizia, e nulla più. Una scimmia che lo trovò già contaminato disse: “Chi si lascia così calpestare merita ciò che subisce”. Fedro
“La chiocciola trovò uno specchio e se ne innamorò, perché vide che splendeva troppo. E subito salì nel suo cerchio per sbavarlo. Le sembrò di averlo insudiciato di saliva e sporcizia, e nulla più. Una scimmia che lo trovò già contaminato disse: “Chi si lascia così calpestare merita ciò che subisce”. Fedro

Pubblicato il: 16/07/2020 15:30

“Sono anni che non accettiamo di manipolare il Dna degli ortaggi perché c’è chi teme che mangiare un Ogm costituisca un pericolo, e adesso d’un tratto ci va bene diventare noi stessi degli organismi geneticamente modificati?”. Maria Rita Gismondo, direttrice del Laboratorio di Microbiologia clinica, Virologia e Diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco di Milano, lancia un monito sui rischi che potrebbero derivare da un iter di sperimentazione ‘frettoloso’ su un vaccino anti Covid-19 come quello dell’americana Moderna, il primo giunto alle fasi finali dei test sull’uomo: “Si tratta a tutti gli effetti di una terapia genica”, spiega l’esperta all’Adnkronos Salute. “Non sono contraria al prodotto in sé – precisa – ma dico no a una corsa in avanti su un vaccino come questo, basato su un meccanismo d’azione completamente nuovo”.

“I vaccini tradizionali – chiarisce la microbiologa – puntano a indurre una risposta anticorpale, quindi un’immunità, immettendo nel corpo umano pezzetti innocui del virus di cui vogliamo prevenire e contrastare l’infezione. Questo prodotto invece”, l’mRna-1273 testato dal National Institute of Allergy and Malattie infettive (Niaid) diretto da Anthony Fauci, parte dei National Institutes of Health (Nih) statunitensi, “è concepito in un modo completamente nuovo: utilizza un segmento genetico che va a inserirsi nelle nostre cellule obbligandole a produrre una parte del virus la quale, ritrovandosi nell’organismo, stimolerà la produzione di anticorpi. Né più né meno di una terapia genica”, sostiene Gismondo.

“Ma il punto non è nemmeno questo”, puntualizza la microbiologa. Il tema è che – mentre “anche un vaccino del genere sarebbe accettabile, purché attraverso un iter sperimentale rigorosissimo dimostri di essere assolutamente tollerato ed efficace” – questo iter rigorosissimo potrebbe venir meno: “Solamente qualche giorno fa”, ricorda infatti la scienziata, “l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), in collaborazione con la Commissione europea, ha deciso di abbreviare le fasi della sperimentazione per arrivare in tempi più rapidi al vaccino contro il coronavirus Sars-Cov-2 di cui tutto il mondo a bisogno”, specie in vista di una possibile seconda ondata di Covid-19.

Per Gismondo, “la cosa pericolosa è che questa accelerazione possa applicarsi a un vaccino del genere, totalmente nuovo – ripete l’esperta – e paragonabile a tutti gli effetti a una terapia genica. La gente deve essere consapevole di quello che sta accadendo”, ritiene la microbiologa che segnala delle ombre nello studio sull’mRna-1273 di Moderna pubblicato nei giorni scorsi sul ‘New England Journal of Medicine’.

“Condotto su 45 giovani sani – evidenzia – ha mostrato una tollerabilità dubbia, considerando che un paio di volontari hanno avuto la febbre a 40”. Quanto al potere scudo, “è vero che si producono anticorpi neutralizzanti, ma non sappiamo quale sarà l’efficacia completa”.

https://www.adnkronos.com/salute/farmaceutica/2020/07/16/covid-vaccino-moderna-terapia-genica-rischioso-accelerare_lv2dkEfh0u4vFNRXHEx4xJ.html?refresh_ce

Il redde rationem non è mai stato così prossimo ed evidente. Combattere con tutti i mezzi possibili contro questi mostri che in tutti i modi attentano alla nostra vita non è più una scelta, ma un obbligo non negoziabile: o noi o loro. L’attacco al nostro DNA dei vaccini Astra Zeneca, Moderna, ecc. tutti sponsorizzati dal mostro Bill Gates e dai suoi venduti accoliti è un oltraggio senza precedenti all’umanità, alla nostra identità, alla natura, alla Divinità che ce lo ha donato. Il satanasso che vorrà iniettarmi una diavoleria del genere dovrà passare sul mio cadavere. ”La guerra è una cosa brutta, ma non la cosa più brutta. Molto peggiore è lo stato decadente e degradato della morale e del sentimento patriottico che porta a pensare che non ci sia nulla per cui valga la pena di fare la guerra. Colui che non ha niente per cui sia disposto a uccidere, niente che sia più importante della propria sicurezza personale, è un misero essere che non ha altra possibilità di essere libero se non quella di diventarlo o di restarlo grazie agli sforzi di uomini migliori di lui.”.
John Stuart Mill

__________________________________________________________________

https://www.maurizioblondet.it/bob-kennedy-a-berlino-usano-la-paura-come-i-nazisti-video/

BOB KENNEDY a BERLINO: «USANO LA PAURA COME I NAZISTI». VIDEO

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali ieri a Berlino (e analoghe a Londra e Zurigo) si sono svolte manifestazioni contro l’uso politico e dittatoriale che molti governi stanno facendo della crisi del Coronavirus; qualcosa di cui abbiamo esperienza diretta in Italia, dove il Governo, le televisioni controllate dalla sinistra e i giornali asserviti a interessi economici e politici da mesi portano avanti un’agenda simile.

A Berlino uno degli oratori è stato Robert Kennedy, nipote di John Fitzgerald Kennedy. Qui trovate il video, con sottotitoli in italiano, e alcune fotografie, screenshot del video e fotografie prese di quella che secondo la polizia tedesca era una manifestazione di 18.000 (diciottomila persone). Ora, in cinquant’anni di questo mestiere ho partecipato a una quantità di manifestazioni, e se quelli erano solo 18.000 Mattarella è il miglior presidente della Repubblica, Jorge Mario Bergoglio il miglior papa della storia, e io sono Marilyn Monroe. Buon ascolto. 

«La massa degli uomini serve lo stato in questo modo, non come uomini soprattutto, bensì come macchine, con i propri corpi […] Uomini del genere non incutono maggior rispetto che se fossero di paglia o di sterco […] Le leggi ingiuste esistono: dobbiamo essere contenti di obbedirle, o dobbiamo tentare di emendarle, e di obbedirle fino a quando non avremo avuto successo, oppure dobbiamo trasgredirle da subito? […] Se mille uomini non pagassero quest’anno le tasse, ciò non sarebbe una misura tanto violenta e sanguinaria quanto lo sarebbe pagarle, e permettere allo Stato di commettere violenza e di versare del sangue innocente. Questa è, di fatto, la definizione di una rivoluzione pacifica, se una simile rivoluzione è possibile. Se l’esattore delle tasse, od ogni altro pubblico ufficiale, mi chiede, come uno ha fatto, “Ma cosa devo fare?” la mia risposta è: “Se vuoi davvero fare qualcosa, rassegna le dimissioni”. Quando il suddito si è rifiutato di obbedire, e l’ufficiale ha rassegnato le proprie dimissioni dall’incarico, allora la rivoluzione è compiuta […]”                                  H.D.Thoreau
———————————————————————————————————————————————–

La feccia dei media mainstream asserviti alla cupola degli umanicidi:

Coronavirus, “Inutile salvare gli anziani obesi e fumatori, moriranno entro due anni”: la frase choc del conduttore televisivo Jort Kelder

Coronavirus, “Inutile salvare gli anziani obesi e fumatori, moriranno entro due anni”: la frase choc del conduttore televisivo Jort Kelder

Ultimo stadio: ci siamo vicini. O la vittoria o la morte per ignavia manifesta. Il numero (8 miliardi di individui) è potenza per poco ancora!

Nel documento della ONU (UN), scomparso misteriosamente dalla rete e reperibile per intero sul link in alto dopo pochi giorni dalla pubblicazione di un suo stralcio su “The Guardian” (UK), compaiono le tre modalità di stalking utilizzate dai torturatori:
1) cyber stalking attraverso le apparecchiature informatiche. 2) stalking sul luogo di lavoro luoghi e/o frequentati di sovente dalla vittima. 3) tortura fisica attraverso armi a micro onde con frequenze<10Mhz (scosse elettriche nel corpo), con frequenze>10Mhz (bruciature di organi interni). Cioè tutto ciò che ho subito e sto subendo da almeno 10 anni! Come è possibile che nel 2013, quando ho scritto il mio blog, “le mie allucinazioni”, come brillantemente sembrerebbe abbiano arguito le commissioni mediche di verifica a cui è stato sottoposto il mio caso e che mi hanno fatto perdere il mio ruolo di insegnante, coincidano con le modalità inedite e le prassi di tortura “no touch” autorevolmente descritte dal prof. Melzer passo passo solo nel marzo 2020 per la prima volta in una istituzione così di rilievo?

Quando gli uomini hanno imparato ad usare le pietre come arma, non hanno esitato ad usarle, quando hanno creato le prime clave, non hanno esitato ad usarle, quando gli uomini hanno creato le freccie, gli archi, le lance, non hanno esitato ad usarle, quando hanno realizzato catapulte, non hanno realizzato ad usarle, e così sino alle armi nucleari, di cui l’abuso è stato limitato dalla inaffidabilità del mezzo. Ora, con armi subdole e potenti, che non lasciano traccia del dolo sulle malcapitate vittime, non ne approfitteranno a man bassa contro i propri simili come hanno sempre fatto? Certo che si, e ce le inietteranno, queste armi maledette, spacciandole per farmaci, al fine di sconfiggere una epidemia di cui essi stessi sono la causa, per eliminare “mangiatori inutili di risorse” (aria, acqua, mari, risorse minerarie, ecc) e rendere un esiguo resto loro schiavi-automi. Che vergogna appartenere al genere umano che si auto definisce, con superbia infinita, (homo) sapiens sapiens, di questi tempi!

Covid, “Creato dall’uomo in un laboratorio cinese. Ho le prove”. La denuncia di una virologa fa tremare Pechino.

 

 

Risposta, su richiesta del Prof. Melzer, accademico svizzero e autore nel campo del diritto internazionale da parte di nota associazione internazionale di vittime di tortura elettronica a distanza (FFTI). Dal 1 ° novembre 2016, Melzer è relatore speciale delle Nazioni Unite sulla tortura e altri trattamenti o pene crudeli, inumani o degradanti.

https://www.ohchr.org/Documents/Issues/Torture/Call/NGOs/FFTI.pdf

Il Professor Nils Melzer

21 giugno 2020

Relatore speciale sulla tortura e altre crudeltà,

Trattamenti o pene inumani o degradanti

Ufficio dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani

52 rue des Pâquis

CH-1201 Ginevra, Svizzera

Re.: Risposta a RFI per la relazione sulle dinamiche psicosociali che favoriscono la tortura [inviato 21-Jun-2020 a 11: 30 pm ora locale (east coast USA); 2.000 parole totali] Caro Professor Melzer, sto inviando questa risposta alla tua richiesta di informazioni per conto di una organizzazione per i diritti umani conosciuta come FFTI. Questa è una risposta congiunta da parte mia e della signora Ella Free, lei e io siamo i co-fondatori di FFTI ed abbiamo l’incarico rispettivamente di presidente e vice presidente dell’organizzazione. Siamo parti interessate nelle dinamiche psicosociali che favoriscono la tortura, così come per le misure raccomandate per prevenire e mitigare la tortura, per i seguenti motivi. La nostra organizzazione si impegna e sostiene circa 15.000 persone negli Stati Uniti e altri paesi che sostengono di essere vittime di stalking e molestie organizzate, assalti ad energia diretta a distanza, e relative forme di persecuzione e maltrattamenti. Una considerevole percentuale delle vittime con cui ci impegniamo hanno condiviso documentati, prove di abusi che vanno dalle molestie psicologiche alla tortura psicologica e fisica con dispositivi direzionali che emettono energia. Inoltre, la signora Free ed io abbiamo esperienza di prima mano come vittime in prima persona di tortura, e ciò ci ha motivato a impegnarci nel sostegno alle vittime e nel lavoro di difesa. Io sono stato torturato da molestie tecnologiche assistite e da assalti da armi ad energia diretta dal 01/10/2013 al 28/01/2016 Ott-2013 a 28-Jan-2016 a Vancouver, Canada, presumibilmente perché ho assistito ad attività criminali in un edificio non residenziale accanto al mio appartamento. La signora Free è una vittima in corso di queste forme di abuso, a quanto pare perché ha respinto le avances di un ricco spasimante con collegamenti con l'industria high-tech (alta tecnologia). Di conseguenza, abbiamo in prima persona competenza in queste materie e una ricchezza di competenze raccolte dalle migliaia di presunte vittime con cui ci impegniamo regolarmente. Noi e la nostra organizzazione rappresentiamo anche la società civile, essendo membri non violenti e rispettosi della legge delle nostre comunità. Contesto Rilevante C'è ampia letteratura scientifica e altra documentazione che dimostra che l'energia a radiofrequenza/microonde diretta pulsante è in grado di causare sensazioni di dolore, compromissione di funzioni muscolari compresi quello del cuore, danni capillari e lividi, infiammazione e ustioni, danni agli occhi, potenziale commozione cerebrale senza trauma da corpo contundente (chiamata " l'Immacolata mazzata" da alcuni esperti medici), e vari fenomeni sensoriali indotti come il “Frey”, effetto uditivo completamente indirizzato da remoto e anche attraverso pareti, soffitti, e lastre per pavimenti in cemento che non sono ben schermate contro l'energia a radiofrequenza / microonde. Energia pulsata in radiofrequenza / microonde di potenza sufficientemente elevata, inferiore a quello che uno potrebbe aspettarsi, può indurre ronzio percepito suoni, squillo acuto, o complessi suoni naturalistici, riscaldando leggermente il cervello con ogni impulso di energia. Permanenti le onde di pressione indotte dal riscaldamento pulsato del cervello si propagano all'orecchio interno, producendo suoni percepiti dalla sola vittima tramite questo effetto. La preminenza di questo fenomeno tra alcuni elementi del personale del governo degli Stati Uniti e del Canada di stanza a Cuba, che hanno riportato assalti energetici direzionali a partire dalla fine del 2016, ha spinto agenzie governative e media per segnalare quegli incidenti come assalti con "armi soniche”. Due studi medici hanno trovato prove di danni neurologici e tessuto cerebrale cambiamenti in quelle vittime a causa di questo incidente: pagina 1 di 4• • Swanson, 2018. JAMA 319: 1125-1133, doi: 10.1001/jama.2018.1742. Verma et al., 2019. JAMA 322: 336-347, doi: 10.1001/jama.2019.9269. Dati i sintomi distintivi vissuti da quelle vittime, un scienziato di San Diego MD-PhD (MD: Medical Doctor e dal latino PhD: Philosophiæ Doctor), egli, che ha una vasta esperienza in bio-effetti delle radiazioni non ionizzanti, riconosciute manifestazioni tra il personale governativo come causate da energia a radiofrequenza / microonde: * Golomb, Ba, 2018. Calcolo neurale 30: 2882-2985, doi: 10.1162/neco_a_01133. Per molti anni, i militari di tutto il mondo hanno sviluppato armi ad energia diretta per il controllo della folla. Allo stesso modo, i dispositivi radar attraverso i muri (TTW) (noti come "radiolocalizzatori” e "radiatori intenzionali" dalla Commissione federale delle comunicazioni degli Stati Uniti) sono sotto attivo sviluppo per l'uso da parte dei servizi di emergenza. Lo sviluppo di tali tecnologie continua a progredire in termini di aumento della distanza efficace e diminuzione delle dimensioni. È pericoloso presumere che solo i militari e le agenzie di Intelligence siano in grado di impiegare dispositivi nocivi per l’emissione di energia a scopo di tortura e maltrattamenti Gli assalti al personale del governo statunitense e canadese a Cuba sono stati effettivamente coperti dalla stampa mainstream (pilotata) anche se con molte polemiche e confusione a causa della difficoltà di raccogliere prove forensi evidenti perché quelle aggressioni sono state effettuate contemporaneamente contro un gruppo di individui prominenti e credibili. Presi insieme, lo lo sviluppo militare di armi ad energia diretta e gli assalti ai diplomatici a Cuba porta la maggior parte delle persone a concludere che solo militari e agenzie di intelligence (servizi segreti) di nazioni ricche siano in grado di eseguire tali assalti. Eppure, secondo migliaia di vittime di umili ceti sociali, aggressioni simili sono segnalati come in corso da parte di gruppi criminali organizzati all'interno delle comunità. Anche se questo "terrorismo da cortile" è ora segnalato come verificato in numerose comunità, in molte nazioni, vittime ordinarie universalmente non riescono a ottenere la copertura dei media (TV, giornali, informazione del web), documentazione medica di aggressioni con armi occulte ad energia diretta, assistenza di polizia, o le loro accuse sono considerato come manifestazioni di teorie “complottistiche" “amplificate " o di malattia mentale. Mentre militari, agenzie di intelligence, e alcuni settori delle forze dell'ordine sono certamente in grado di dispiegare armi ad energia diretta contro persone mirate - con poca o nessuna responsabilità, è pericoloso assumere che queste capacità siano limitate a tali entità. Il il problema della tortura e dei maltrattamenti con dispositivi ad energia diretta è molto più diffuso dell’incidente di Cuba. I produttori di generatori a microonde ad alta potenza, antenne, guide d'onda e hardware a radiofrequenza associato, che forniscono componenti ai militari gli appaltatori, l'industria delle telecomunicazioni e il settore dei dispositivi medici, producono un catalogo massiccio di tecnologia commerciale non da supermercato. I componenti di tale tecnologia possono essere assemblati o adattati in dispositivi dannosi, compresi i dispositivi per facilitare lo stalking, l'invasione della privacy, abuso, aggressione fisica e tortura. I dispositivi di energia diretta risultanti sono sempre più disponibile per i criminali attraverso vari mercati. Supponendo che la tortura per mezzo di energia diretta è solo una capacità di attori statali pone un pericolo per la società civile. Questa ipotesi facilita l'inazione da parte delle forze dell'ordine, a sua volta facilitate dalla crescita senza restrizioni di una nuova modalità di tortura all'interno della Comunità e del “terrorismo da cortile”, terrorismo", che sono già stati compiuti impunemente da lupi solitari e gruppi criminali organizzati. Con questo background in mente, commentiamo le relative dinamiche psicosociali che favoriscono la tortura e il maltrattamento attraverso assalti a energia diretta e stalking organizzato. Formuliamo anche raccomandazioni riguardanti la prevenzione e la mitigazione di queste attività. Rilevanti dinamiche psicosociali favorevoli alla tortura e ai maltrattamenti Gli assalti a energia diretta sono altamente invasivi e profondamente lesivi, perché possono essere inviati in remoto e segretamente alle vittime mirate influendo sulla loro vita quotidiana nelle dinamiche, della comunità (ad esempio, tramite dispositivi montati di nascosto sulle automobili) o mentre le vittime sono a casa (ad esempio, via attrezzature distribuite nelle case vicine). Questo lascia alle vittime la sensazione non c'è nessuna possibilità di sfuggire all'abuso. Inoltre, lo stalking organizzato comporta in genere la partecipazione di un grande numero di aggressori in rete. Casi isolati di molestie sono distribuiti tra molti aggressori, in modo tale che ogni trasgressore può sentire un senso di poca o nessuna colpevolezza. Diversamente, le vittime subiscono l'intero assalto degli abusi durante le campagne di molestie prolungate. Sia lo stalking organizzato e l'abuso di energia diretta sono facilitati dai progressi in commercio tecnologia disponibile. Per quanto riguarda gli esempi specifici di stalking organizzato e di assalti ad energia diretta, identifichiamo i seguenti fattori psicosociali associati alla tortura ed ai danni provocati da essa: 1. La capacità di fornire abusi e torture a distanza e in modo anonimo sembra smorzare molto i sentimenti di empatia e vergogna dei trasgressori, che altrimenti sarebbero più inibiti se più prossimi alle vittime ed in atti pubblici di tortura e maltrattamenti. Così pronunciati sono questi metodi psicosociali che molte vittime riferiscono che le loro molestie e gli abusi come sembra non averne discernibile motivo che non l’intrattenimento antisociale da parte degli aggressori. 2. La tortura e i maltrattamenti all'interno delle comunità sono facilitati da metodologie che consentono più trasgressori di dare piccoli contributi frammentari ad una campagna molto più ampia di abusi diretti contro vittime mirate. Psicologicamente, questa colpevolezza condivisa consente a ciascun complice di non sentire che il loro contributo alla tortura è immorale o criminale. 3. Quando la tecnologia e / o la metodologia criminale consentono di eseguire la tortura all'interno di società apparentemente civili - in contesti quotidiani e in modo difficile da documentare - le forze dell'ordine, i professionisti dell'assistenza medica e persino le famiglie e gli amici delle vittime sono demotivati a fornire assistenza o supporto. "Il tradimento istituzionale" delle vittime, tra cui l'esame psichiatrico forzato e il farmaco forzato in casi estremi, ingrandiscono il traumi e danni subiti dalle vittime. 4. Gli astanti inconsapevoli trovano estremamente difficile accettare che tale inquietante criminale l'attività può verificarsi in modo invisibile tra di loro. Accettare questa possibilità distruggerebbe la loro sensazione di sicurezza e benessere. A causa di una società profondamente ignorante rispetto alle accuse di molestie segrete e torture per mezzo di armi futuristiche, in realtà dovremmo aspettarci che i criminali adattino le loro metodologie e tecnologie a sfruttare queste stesse risposte irrazionali da parte del pubblico astante. Misure raccomandate di prevenzione e mitigazione La questione centrale alla base delle dinamiche psicosociali che favoriscono la tortura da parte di mezzi occulti e tecnologie che lasciano poca traccia è la difficoltà di documentare in modo convincente tale tortura per il pubblico più ampio della società civile. Sicuramente, la stragrande maggioranza della società non vorrebbe mai che tali atrocità comportino rischi per le loro famiglie, amici e concittadini. Con questo in mente, formuliamo le seguenti raccomandazioni per prevenire e mitigare nuove forme di tortura e maltrattamenti assistiti dalla tecnologia: 1. Stabilire politiche che incoraggino le nazioni membri a indagare in modo completo di accuse di tortura e maltrattamenti da parte di attori non statali, gruppi criminali o stati canaglia, ogni volta che un numero soglia di cittadini fanno tali affermazioni. Dato il rapido sviluppo della tecnologia, e riconoscendo che il danno può essere indotto in modi che lasciano poca o nessuna traccia, la motivazione alla base di tali indagini non dovrebbe dipendere dal produrre da parte delle vittime prove fisiche. Riconoscendo che ci sono tecnologie che possono essere utilizzate per la tortura in modi che sono sconosciute o non rintracciabili e che producano effetti bizzarri sulle vittime, sensazioni, percezioni o indagini psichiatriche, sulle accuse di tortura e maltrattamenti non dovrebbero scoraggiarsi dalle difficoltà delle vittime nel descrivere le loro esperienze come destinatari di torture e maltrattamenti. L'onere dell'accertamento dei fatti e della raccolta di prove deve cadere sulle forze dell'ordine e lo stato ogni volta che una popolazione considerevole di cittadini sostiene torture o maltrattamenti, anche se le loro accuse sono difficili da razionalizzare. 2. Stabilire politiche per incoraggiare le nazioni membro ad investire nella previsione di possibili applicazioni di tecnologie nuove, ma esistenti al fine della tortura e dei maltrattamenti dei cittadini e residenti da attori non statali, gruppi criminali o membri di stati canaglia. Quando potenziali modalità di tortura sono previste, le stesse politiche dovrebbero incoraggiare gli investimenti nella sviluppo di misure pratiche e convenienti per assistere gli individui comuni nel documentare la loro tortura o maltrattamenti in modi che hanno valore probatorio in giurisprudenza. Questa raccomandazione dovrebbe essere motivata dai fatti che i criminali sono spesso tra i primi ad adottare nuove tecnologie per il guadagno illecito e che la scienza forense in genere sia lenta nell’individuare le nuove tattiche criminali. Grazie per aver preso in considerazione le nostre raccomandazioni. Sinceramente, Per Maggiori Informazioni: <url> Vice Presidente di FFTI a nome della signora Ella Free, Presidente di FFTI, e la nostra organizzazione: www.freedomfortargetedindividuals.org